06/04/14

La poesia della domenica: "Dolce oscurità" di David Whyte.





Dolce oscurità

Quando i tuoi occhi sono stanchi
anche il mondo è stanco.

Quando la tua visione se n'è andata
nessuna parte del mondo può trovarti.

Tempo di andare nell'oscurità
dove la notte ha occhi
per riconoscere chi le appartiene.

Allora sarai sicuro
di non essere al di là dell'amore.

L'oscurità sarà il tuo utero
stanotte.

La notte ti darà un orizzonte
più lontano di quanto tu non riesca a vedere.

C'è una cosa che devi imparare,
il mondo è stato fatto per viverci in libertà.

Abbandona tutti gli altri mondi
eccetto quello a cui appartieni.

Qualche volta occorrono oscurità e
dolce prigionia della tua
solitudine per imparare

che qualunque cosa o chiunque
non ti renda vivo

è troppo piccolo per te.


David Whyte, da The House of Belonging.

2 commenti:

  1. Sacchetti Brunella6 aprile 2014 13:56

    Veramente significativa e profonda.....bravissimo!!!!

    RispondiElimina
  2. Sacchetti Brunella6 aprile 2014 13:57

    Veramente profonda e significativa!!Bravissimo...

    RispondiElimina

Se ti interessa questo post e vuoi aggiungere qualcosa o commentare, fallo.