03/10/08

Razzismo in Italia ? Non è IL problema, ma un sintomo.


Ormai gli episodi cominciano ad essere un po' troppi. Quasi ogni giorno, ormai le cronache dei giornali ci riferiscono di episodi di aggressioni a sfondo razziale che si verificano nel nostro paese - per non parlare della terribile carneficina di Castel Volturno.

Che succede: l'Italia è diventata un Paese di Razzisti ?

Come sempre, credo che le cose vadano guardate con calma, e senza lasciarsi trasportare dagli inevitabili stati d'animo.

Io credo, sono convinto, che alla base di motivazioni razziste, vi sia in definitiva, SEMPRE una profonda ignoranza. Questo lo dico senza nessun intinto giustificatorio, sia bene inteso.

Ma se non si comprende che IL problema NON è che quei determinati quattro ragazzi dicano 'sporco negro' a qualcuno, ma IL VERO PROBLEMA è quello che c'è dietro la vita di questi ragazzi, non si va da nessuna parte.

Il problema poi non riguarda solo i ragazzi. Ma tutti. Il problema è il veloce disfacimento di ogni conoscenza vera, e di ogni cultura, che sembra stia coinvolgendo l'intero Paese ( su questo fra l'altro pesa, secondo me, eccome, anche la scristianizzazione, cioè la perdita dell'identità e della conoscenza delle fonti cristiane, che per molto tempo hanno 'salvato' questo Paese).

Insomma, se l'ignoranza avanza, è perchè la conoscenza arretra.

E sul fatto del perchè arretra, potremmo discutere a lungo.

Il fenomeno, fra l'altro, coinvolge l'intero Occidente.

Ho letto ieri i risultati di una ricerca secondo la quale:

- i due terzi dell'elettorato americano (circa il 65%) si formano una opinione sui candidati in base ai loro spot in TV
- Oltre un terzo dell'elettorato (36%) ignora che differenza ci sia tra democratici e repubblicani.
- Solo due quinti ( 21%) sanno che esistono tre poteri: legislativo, esecutivo, giudiziario.
- Meno della metà (45%) sanno chi era Karl Marx, e che l'America è l'unica potenza ad aver usato la Bomba Atomica.
- Più della metà (52%) ancora nel 2005 si dichiarava convinto che le Torri Gemelle siano state abbattute da Saddam Hussein.


Sono convinto - ahimè - che in Italia non andremmo molto meglio.

Di fronte a dati come questi, come meravigliarsi se il Razzismo attecchisce ?

9 commenti:

  1. Credo che come ogni cosa il razzismo ,sia una questione messa in risalto per questo piccolo periodo ,dai mass-media,come i Romeni che aggredivano tutti,i pit bull che sbranano tutti,ogni tanto ci dobbiamo assorbire queste brutte notizie,molto serie ma prese tutt'insieme da facci venir la nausea.C'è un'aria brutta ,per ogni cosa pare che l'esercito sia la soluzione giusta,i Sindaci i Ministri si propongono come anticonformista rivoluzionario ,facendo i bulli in Tv con soluzioni all'apparenza drastiche,dando la colpa di tutto agli "EXSTRACOMUNITARI".
    La verità è che non c'è piu' bene in giro ,ma solo interessi,legati al guadagno ,a tutti i costi , per distrarci dalla vita sempre piu' invivibile ,in assenza di soluzioni e di valori umani,questo è il metodo per distrarre le persone dalla gestione inefficiente della società ,che è sempre meno comunitaria ,e sepre piu' isolata .Vi posso assicurare che a Castelvolturno (che si trova a 20KM da casa mia),vi è stata un'azione di guerriglia urbana alle quali noi ci siamo abituati,appena si toccano gli interessi o nasce un piccolo disguido con la camorra anche i bianchi fanno quella fine.
    I Cammorristi sono bestie assatanate!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Maximus,

    grazie di quello che scrivi e della tua testimonianza.

    Non deve essere facile, per te, con la tua coscienza - vorrei dire, con la tua Fede - vivere in mezzo a tanta desolazione.

    La speranza, però, non ci deve mai abbandonare. Si può fare sempre qualcosa, anche nel proprio piccolo, per mettersi in mezzo allo stritolante ingranaggio - come un granellino di polvere, apparentemente insignificante - e provare a fermarlo.

    RispondiElimina
  4. ci vorrebbe una tempesta
    per sdradicare certe radici di razzismo ( sembra peggio della zizzannia )
    e forse non basterebbe.

    RispondiElimina
  5. Proprio così Ysmarè:

    bisognerebbe sradicare la stupidità dall'essere umano. e finora nessuno c'è riuscito.

    RispondiElimina
  6. Mi ha confortato il fatto che proprio oggi anche il Presidente Napolitano, accogliendo al Quirinale il Papa, ne ha sottolineato l'emergenza nel suo discorso. Sono personalmente convinto che un lavoro ancora più capillare può essere svolto da ogni cittadino, superando molte di quelle barriere razziali ancora oggi presenti nella nostra mentalità.

    RispondiElimina
  7. Sì, anche a me, caro Boanerghes, ha molto confortato il discorso di Napolitano - che fra l'altro ha citato un testo di Benedetto XVI, a proposito del rispetto della dignità umana, e dell'avanzare dei rischi di razzismo nel mondo.

    Speriamo che l'impegno di tutti, di noi stessi, si accresca sempre, sotto questi nuovi illustri stimoli.

    RispondiElimina
  8. ricordiamoci sempre che i più grandi geni del primo cristianesimo erano africani!!!!!!
    Agostino era "MAROCCHINO"!!!!!!
    Origene era egiziano!
    Basilio Magno era turco!!!!! mammaliturchi!
    Girolamo era SERBO!! e forse pure BOSNIACO! etc... etc....
    :D:D

    RispondiElimina

Se ti interessa questo post e vuoi aggiungere qualcosa o commentare, fallo.